ALCUNE POESIE

Allenta la catena
e vola
nello spazio.
Mille ali si intrecciano
e disegnano
un respiro, una nota
che sale.
Allenta la catena:
la vita
è a un passo da noi.

**********


Qui mi ancorano
i vostri corpi abbandonati
nel sonno
e l'ostinata necessità
d'un senso,
le promesse di altre stagioni
per un attimo
scorte quasi per caso
f ra gli spinosi rami
del melograno.

**********


Sai essere freccia, arco, bersaglio?
Conosci la sequenza delle costellazioni,
la fusione dell’idrogeno in elio?
Sai misurare la tua integrità?
Se rispondi
avrai l’immortalità.

**********


Se il tuo nome fosse la parola
che esplode nel gran cerchio del tempo,
fosse il rito della spiga
e la neve dell’Himalaia,
e lava lava che in candescenza bruci,
fosse il dente della ruota
e masticasse la disperazione, i dubbi
con tutti gli altri io l’avrei perduto.
Ma s’è intrecciato nel mio cuore
e ride
ride riconoscendo il cielo
e turbinando dentro spirali e vortici
m’indica l’eterno.

**********


Tracce di luce
hanno schiuso il mio cuore,
il mio cuore compatto,
serrato allo stremo.
Sono tracce impercettibili
che misuro con arroganza
e con timore:
sboccerò fiore o nulla?

**********


La tua innocenza stupisce
la mente ottusa, abbarbicata
a reperti di morto passato.
A volte ritorna il fastidio,
la paura di ricordi
non ancora archiviati
ostacola pensieri piu' sottili
e mi domando tu come peschi
col tuo sorriso ironico
che solleva leggero tutta l'ansia
come d'estate il mantra
di festose cicale.

**********


L'amore non ha porte
che si chiudono,
è intarsiato di colori
e alfabeti
per rendere evidente
il nostro viaggio
fra luci ed ombre
di spalancati mondi
su forme che trapassano
l'effimero.

**********


All'improvviso alberi a centinaia
i loro rami fondevano in tronchi,
in foglie scintillanti.
Io nell'ombra
stupivo
di quell'immenso verde.
D'un balzo abbracciai il piu' vicino,
lo tenni stretto finché di tutti
non ascoltai il respiro.

 

Home